rotate-mobile
Cronaca

Green Hill: assolti in appello il veterinario e i dipendenti dell’allevamento

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di BresciaToday

La Corte d’Appello di Brescia ha assolto il veterinario della Asl Roberto Silini (difeso dall’avv. Eustachio Porreca) dall’accusa di falso per i controlli sull’allevamento di cani Beagle di Montichiari e gli ex dipendenti Cinzia Vitiello, Antonio Tabarelli e Antonio Tortelli (difesi dall’avv. Gianluca Venturini) dall’accusa di falsa testimonianza.

Il procedimento a carico degli imputati è arrivato in questa fase dopo che la Cassazione, con decisione del 4 giugno 2021, aveva annullato la precedente sentenza di condanna della Corte d’Appello di Brescia (n. 2113 del 2019). Va ricordato, inoltre, che il gup, in primo grado, aveva già assolto gli imputati con formula piena.

La Marshall, azienda proprietaria dell’allevamento di Montichiari "esprime soddisfazione per questa sentenza arrivata dopo anni di ingiuste e immotivate accuse, come hanno potuto constatare i giudici di Brescia".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Green Hill: assolti in appello il veterinario e i dipendenti dell’allevamento

BresciaToday è in caricamento