Arriva un pacco per il figlio con due chili di droga, la madre va dai carabinieri

Il pacco, in realtà, era destinato ad un cugino. Denunciati tre ragazzi

Foto d'archivio

Si è vista recapitare un pacco a casa, ma senza aver mai ordinato nulla. È quanto accaduto a una donna nigeriana che abita a Prevalle. Ma lo stupore è durato ben poco: dopo la consegna, diverse persone hanno infatti bussato alla sua porta, reclamando quel pacchetto che era destinato a suo figlio.

Un viavai di persone, tutte con le stesso obiettivo: portarsi via lo scatolone. Per primi si sono presentati due vicini di casa  - un 24enne marocchino e un 19enne del Burkina Faso - che però non sono riusciti a convincere la donna. Sapendo che il figlio non aveva mai ordinato nulla, ha cominciato ad insospettirsi.

Non ha avuto il tempo di aprire il pacco, perché poco dopo ha ricevuto la visita di un cugino, un 24enne nigeriano: pure lui voleva mettere le mani su quella confezione misteriosa. Dopo averlo congedato, la donna ha finalmente aperto il pacchetto, trovandoci ben due chili di droga (hashish e marijuana) al suo interno. Non ha avuto dubbi sul dà farsi: si è rivolta ai carabinieri.

Le indagini dei militari di Nuvolento hanno accertato che il 24enne nigeriano era appena tornato dalla Spagna dove aveva presumibilmente acquistato la droga poi spedita tramite corriere. Il giovane è stato denunciato insieme ai primi due ragazzi che avevano reclamato il pacco.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "L'ha massacrata a mani nude, poi è andato al bar": il killer è appena diventato papà

  • Baci alla ragazza, finisce a processo: "Non sapevo avesse appena 12 anni"

  • Nipote 43enne muore dieci giorni dopo la zia: lavoravano nello stesso negozio

  • La tragica fine di Francesca: picchiata e strangolata al parco pubblico

  • Strangolata al parco: fermato ragazzo di 29 anni, è accusato di omicidio

  • Malore al bar: si accascia a terra e muore sotto gli occhi di barista e clienti

Torna su
BresciaToday è in caricamento