Difende la sua ragazza dagli insulti, viene pestato dal branco

Botte all'oratorio, e poi furti e vandalismo. L'ultimo episodio solamente domenica scorsa: un pestaggio in piena regola ad un ragazzo di 22 anni. Il paese di Prevalle ostaggio di una baby-gang di minorenni? L'appello del sindaco Ziglioli

Un'escalation di violenza che sembrava senza fine, culminata con il pestaggio (domenica scorsa) di un ragazzo di 22 anni, appena fuori dall'oratorio, colpevole di aver difeso la sua ragazza dagli insulti, soltanto poche ore prima. In paese non si parla d'altro, della baby-gang che infastidisce (e a volte terrorizza) giovani e meno giovani.

Succede a Prevalle, e ormai da qualche mese. Tutto sarebbe cominciato con qualche parola di troppo, le goliardate tra i coetanei. Ma i componenti della banda (tutti minorenni, tra i 13 e 17 anni, e tutti di origine straniera anche se nati in Italia: Albania, Senegal, Marocco, Algeria) hanno cominciato a combinarne sempre di peggio.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In ordine sparso: i furtarelli al supermercato della piazza, un portafoglio rubato ad un coetaneo, gli atti vandalici nella sede dell'associazione “Amici del Bacio”, beccati dalle telecamere, perfino dei tentati furti alle automobili in movimento, a cui avrebbero tagliato la strada con la bicicletta.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Giovane papà stroncato dal Coronavirus: Alessandro aveva solo 48 anni

  • Coronavirus: giovane direttrice di banca trovata morta in casa dal fratello

  • Economia bresciana in lutto: nello stesso giorno muoiono due imprenditori

  • Coronavirus in provincia di Brescia: morti e contagi Comune per Comune

  • Coronavirus, nel Bresciano 274 contagi e 69 decessi nelle ultime 24 ore

  • "Hai combattuto da eroe": addio a Marco, morto a soli 43 anni

Torna su
BresciaToday è in caricamento