rotate-mobile
Domenica, 5 Dicembre 2021
Cronaca Tignale

In vacanza sul Garda, devastano il presepe, poi si autodenunciano

Sotto l'occhio delle videocamere, quattro ragazzi hanno mandato in frantumi le statue alte 70 centimetri

Dopo quanto accaduto a Flero, dove baby-vandali hanno distrutto il presepio ed hanno volontariamente pubblicato il video su Instagram, c'è stata la replica a Tignale: un altro presepe allestito in provincia è stato devastato da ragazzi che evidentemente non trovavano meglio da fare. 

I fatti. Quattro ragazzi milanesi in vacanza sul lago di Garda, ospiti di una struttura per trascorrere il Capodanno sul Benaco, hanno letteralmente devastato le statue del presepe allestito da volontari in piazza Umberto I. Un presepe suggestivo, posizionato sotto una capanna di legno, con statue alte ben 70 centimetri. Il tutto è avvenuto proprio nel raggio di azione delle telecamere installate in piazza. In seguito alla denuncia sporta dal sindaco ai carabinieri di Gargnano, i militari erano ormai sulle tracce degli autori del raid quando i quattro ragazzi si sono presentati spontaneamente in caserma. 

Pentitisi dell'azione, i giovani turisti si sono scusati e si sono detti disponibili a risarcire integralmente il costo delle statue. Chissà, forse il pentimento potrà evitargli una denuncia per vilipendio e danneggiamento di simboli di culto. Per non lasciare sguarnita la capanna (proprio oggi è in programma la manifestazione "Mercatini della stella di Tignale", nel centro di Gardola), alcuni artigiani del legno locali hanno prontamente sostituito le statue con caratteristici manufatti in legno di olivo e ferro battuto. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In vacanza sul Garda, devastano il presepe, poi si autodenunciano

BresciaToday è in caricamento