"Rifaccio solo il pavimento", ma invece alza la casa di un piano: tutti denunciati

Denunciati i proprietari, il progettista e l'impresa edile: a Preseglie una ristrutturazione abusiva intercettata dai carabinieri Forestali

Ristrutturazione abusiva, tutti denunciati: il proprietario, il progettista, le imprese edili coinvolte. Succede a Preseglie, dove i carabinieri Forestali hanno sequestrato un immobile oggetto di lavori eseguiti in assenza dei necessari titoli abilitativi, tra l'altro in una zona sottoposta a vincolo idrogeologico e paesaggistico.

I proprietari della villa, infatti, avevano presentato una Cila, Comunicazione di inizio lavori, finalizzata alla sostituzione del pavimento, dei sanitari del bagno e di alcuni coppi, rotti sul tetto: i Forestali della stazione di Vobarno hanno invece accertato la demolizione e ristrutturazione di intere porzioni dell'edificio, senza che i detti lavori fossero mai stati autorizzati.

La casa rialzata di un piano

Si parla addirittura di “modifica dei prospetti” e dell'aspetto esteriore: nella pratica, al momento del rifacimento del tetto la casa era stata sopraelevata di un piano, guadagnando così volumetria abitativa: a questo si aggiungono scavi e opere in cemento armato in assenza di autorizzazione idrogeologica e paesaggistica, del permesso di costruire e degli elaborati tecnici indispensabili per la realizzazione di questo tipo di opere.

Dopo aver interrotto i lavori, i carabinieri hanno dunque sequestrato l'edificio per intero: come detto, sono stati infine denunciati all'autorità giudiziaria sia i committenti (e proprietari dell'immobile), il progettista e l'impresa esecutrice dei lavori. Seguiranno multe salatissime per tutti i soggetti coinvolti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Notte da incubo dopo la pizza? Ecco perché ci viene così tanta sete

  • Incidente stradale a Dello: morto Alex Tanzini di 38 anni

  • In bicicletta sull'autostrada A4: muore sul colpo travolto da un'auto

  • Malore improvviso in casa, muore giovane mamma: "Non voglio crederci"

  • Il tragico destino di Sara, stroncata dalla malattia a soli 27 anni

  • Brutalmente ammazzata dal marito, niente sepoltura: "Lui non lo permette"

Torna su
BresciaToday è in caricamento