Cronaca

Maxi-sequestro di droga: chili di eroina e cocaina, un affare da 300.000 euro

Blitz della Squadra Mobile a Porto Mantovano: sequestrati più di quattro chili di droga, eroina e cocaina destinata anche al mercato bresciano

Era destinata anche al mercato bresciano (e probabilmente gardesano) la droga sequestrata martedì a Porto Mantovano: la Squadra Mobile delle questure di Mantova e Reggio Emilia ha recuperato più di due chili di eroina purissima, altrettanti di cocaina, oltre a bilancini di precisione e circa 10mila euro in contanti, considerati il provente dell'attività di spaccio. Rivenduta al dettaglio, la droga avrebbe potuto fruttare fino a 300mila euro. Nel mirino degli investigatori due incensurati, ma a che a quanto pare gestivano un traffico internazionale di droga: del caso se ne sta occupando anche la Direzione distrettuale antimafia.

Gli arrestati

I due arrestati, come detto entrambi incensurati, sono il giovane Erald Qosshku, 22 anni e residente a Luzzara in provincia di Mantova, e la 52enne Marina Flor Alba Patino, di origini colombiane ma attualmente domiciliata a Bologna. La sostanza stupefacente è stata recuperata sia nell'automobile di Qosshku che nell'appartamento di Porto Mantovano comunque riferibile al giovane albanese.

Droga e contanti

Le forze dell'ordine li tenevano d'occhio da tempo. Il blitz è scattato martedì sera nel parcheggio di un condominio di Via Manzoni, appunto a Porto Mantovano. Sono stati presi entrambi in flagranza di reato: il giovane era fuori dall'auto, dove all'interno (in un vano segreto ricavato nel cruscotto) sono stati trovati due panetti di cocaina, da un chilo ciascuno, e 9mila euro in contanti.

La successiva perquisizione domiciliare ha permesso di sequestrare altri due chili di eroina: in casa in quel momento c'era la donna, anche lei inevitabilmente arrestata. Una nota curiosa, a margine delle indagini: per comunicare con clienti e fornitori sia Qosshku che Patino utilizzavano dei telefoni cellulari di vecchia generazione, e dunque senza internet e Gps, in modo che la loro localizzazione fosse più complicata.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maxi-sequestro di droga: chili di eroina e cocaina, un affare da 300.000 euro

BresciaToday è in caricamento