Cronaca

Rischia di annegare: si salva attaccandosi per un’ora a un pilone

Sul posto ambulanze e carabinieri

Salvato in extremis dai pompieri: è la storia di un sub che ieri, mercoledì 21 luglio, è stato recuperato nelle acque del fiume Oglio al confine tra Pontoglio e Urago d'Oglio. L’uomo, un 51enne di Cividate al Piano, è rimasto in acqua per quasi un'ora aggrappato a un pilone di una diga.

Il 51enne come da abitudine si era immerso con la tuta nei pressi del santuario Campi Veri ma, spinto dalle acque, si era ritrovato improvvisamente vicino alla diga, punto di origine di una seriola verso Urago. Con forza ha stretto a sé un pilastro ed è rimasto lì fino a quando un passante lo ha notato ed ha allertato i soccorsi.

Subito sono arrivati i Vigili del Fuoco di Palazzolo ed un'auto medica dal Mellini che hanno hanno salvato il sub. Sul posto annche i carabinieri di Chiari e quelli di Martinengo dalla sponda bergamasca. Il 51enne è stato medicato dai sanitari: fortunatamente non ha riportato gravi ferite.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rischia di annegare: si salva attaccandosi per un’ora a un pilone

BresciaToday è in caricamento