Mascherina anti-Coronavirus al supermercato, ma è una rapina con pistola

L'uomo, un 72enne bergamasca, ha sfruttato la psicosi da Coronavirus per passare inosservato: ha minacciato le commesse del supermercato Rondò di Pontoglio con una pistola e un machete.

Un persona con mascherina al supermercato (foto d'archivio)

Era entrato al supermercato munito di mascherina chirurgica, come molte altre persone da quando è scattata l'emergenza coronavirus. Peccato che non indossasse il dispositivo per schivare il pericolo di eventuali contagi, ma per travisare il suo volto e mettere a segno una rapina.

Gli è andata male comunque: il rapinatore incallito, un 72enne di Zanica (comune della Bergamasca) con precedenti specifici alle spalle, è stato rintracciato poco dopo aver lasciato il negozio - il supermercato Rondò di via Achille Grandi a Pontoglio -  con il malloppo: 1400 euro in contanti. Preso anche il complice, un 32enne di Pavia senza fissa dimora: si era nascosto in un boschetto, ma è stato individuato dalle telecamere termiche installate sull'elicottero dei carabinieri che sorvolava l'area. Entrambi sono finiti in manette e si trovano in carcere, a Brescia, in attesa della convalida della misura da parte del giudice.

Machete e pistola in faccia alle commesse

Tutto è accaduto in pieno giorno: i due sono entrati in azione alle 14 di martedì. Una volta raggiunte le casse, il 72enne ha estratto una pistola (poi risultata giocattolo) e un machete, minacciando le due commesse per farsi consegnare i contanti. Arraffate le banconote, i due sono fuggiti: l'anziano in sella ad una bici, l'altro a piedi. Un'evasione non andata a buon fine.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il 72enne era infatti nel mirino dei Carabinieri di Treviglio da qualche tempo: era il sospettato numero uno per una serie di rapine commesse nelle farmacie della bassa bergamasca. I militari avevano capito che l'anziano, dopo essersi allontanato dal luogo rapinato in sella ad una bici, caricava il mezzo sul furgone della ditta di pulizie per la quale lavorava per poi sparire indisturbato. Proprio intercettando il veicolo i militari sono riusciti a fermare il rapinatore seriale pochi minuti dopo il colpo.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: primo bambino positivo in una scuola bresciana, classe in isolamento

  • Masturbava ragazzini al parco, in cambio gli comprava scarpe e spinelli

  • Incidente in A4 tra Desenzano e Brescia: chilometri di code

  • Precipita per oltre 8 metri: muore sotto gli occhi dei nipotini di 6 e 8 anni

  • Apre nuovo supermercato: maxi-store da 3.800 mq aperto tutti i giorni

  • Tragedia sui cieli della Lombardia: aereo precipita e prende fuoco, due morti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BresciaToday è in caricamento