rotate-mobile
Sabato, 4 Dicembre 2021
Cronaca Pontoglio

Si era costruito un fucile artigianale e sparava dal giardino di casa: arrestato

Nei guai un 65enne di Pontoglio, ex cacciatore: è stato pizzicato dalle guardie del Wwf mentre sparava ad alcuni uccelli, alcuni dei quali appartenenti a specie protette con un fucile artigianale. In casa aveva altre armi

La sua licenza era scaduta dal 1992, ma la sua passione per la caccia non si era mai spenta: pur di catturare volatili si era addirittura costruito un fucile in casa. Imbracciando l'arma artigianale sparava agli uccelli che passavano sopra il suo giardino. A pizzicare il bracconiere ci hanno pensato le guardie volontarie del Wwf Lombardia.

Colto in flagrante, la scorsa domenica, proprio mentre era appostato all’altezza di un pollaio e mirava ad alcuni uccelli protetti imbracciando l'arma di evidente fabbricazione artigianale: un fucile vietato, che ha causato guai seri all'uomo, un 65enne di Pontoglio. Immediata è partita la chiamata alla polizia provinciale e ai carabinieri della stazione di Rudiano.

Dopo le verifiche sul posto, i militari hanno appurato che l’uomo aveva appena esploso numerosi colpi, uccidendo sei volatili, è scattata la perquisizione della sua abitazione. In casa del bracconiere sono state trovate tre carabine e due fucili: armi regolarmente denunciato, ma ritirate in maniera cautelativa.

Per il 65enne sono scattate le manette per porto abusivo di arma, accensione ed esplosione pericolose e furto venatorio. Inizialmente sottoposto alla misura degli arresti domiciliari, è stato rimesso in libertà in attesa del processo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Si era costruito un fucile artigianale e sparava dal giardino di casa: arrestato

BresciaToday è in caricamento