menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Cocaina al posto della sorpresa nell'ovetto di cioccolata: arrestato al bar

In manette un 37enne di marocchino che operava le province di Brescia e Bergamo. Nella sua abitazione scoperti 22 grammi di cocaina, 3 grammi di marijuana, bilancini di precisione, 3mila euro in contanti e i cellulari usati per gli ordini.

Si muoveva tra la provincia di Brescia e quella di Bergamo per piazzare la droga. Proprio gli spostamenti continui in auto, sempre lungo le stesse strade, hanno insospettito i carabinieri di Chiari che hanno quindi deciso di tenerlo sotto attenta osservazione.

Il pendolare dello spaccio è stato seguito e pedinato anche giovedì, quando, dopo essersi incontrato con un cliente a Pontoglio, si è spostato a Cividate, dov'è avvenuto lo scambio. Dopo aver fermato, e segnalato alla prefettura, il cliente, i militari hanno raggiunto il pusher, un 37enne marocchino regolare in Italia: era entrato in un bar, forse per prender un caffè o forse per incontrare altri clienti.

È quindi scattata la perquisizione personale: nelle tasche della giacca del 37enne sono state trovate 4 dosi di cocaina. La droga era nascosta all'interno di un'ovetto Kinder, nell'involucro di plastica dove solitamente ci sono i giochini da costruire o i pupazzetti da collezionare.

Nella sua abitazione, a Corte Nuova, sono poi stati sequestrate altre 26 dosi (corrispondenti a 22 grammi) di cocaina, 3 grammi di marijuana, bilancini di precisione, 3mila euro in contanti, e i cellulari usati per ricevere gli ordini e comunicare con i clienti. Processato per direttissima, è stato sottoposto alla misura degli arresti domiciliari.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Il falso mito dell'acqua e limone da bere (calda) la mattina

Coronavirus

Imprenditore bresciano stroncato dal Covid: lascia quattro figli

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento