Profughi nell'ex caserma di Pontevico, il sindaco è contrario

Secondo il primo cittadino Roberto Bozzoni potrebbero nascere problemi di sicurezza

Foto di repertorio

La Prefettura di Brescia ha deciso di collocare una decina di profughi nell'ex caserma della Polizia a Pontevico, chiusa da un paio di mesi in virtù della spending review.

Il sindaco del paese Roberto Bozzoni è tuttavia contrario: "Una scelta che proprio non riesco a capire: è risaputo che accanto all'ex caserma della Polizia Provinciale è sorta la cosiddetta moschea e aggiungere questa nuova struttura vorrebbe dire mettere a repentaglio l'ordine pubblico e creare nuovi problemi di sicurezza".
   

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La nuova star della dieta? Un nutrizionista bresciano: "Ecco il mio metodo"

  • Tutte le regioni zona gialla a dicembre, ma si va verso il divieto di spostamento

  • Tragedia in paese: giovane uomo si chiude in garage e si toglie la vita

  • Maestra positiva al Covid: "Dolori allucinanti, anche alla testa. Ho temuto d'essere morta"

  • Lago d'Iseo: le storie e i segreti dell'Isola di Loreto in onda su Italia Uno

  • Zona rossa: il ristorante rimane aperto a pranzo, ed è tutto a norma di legge

Torna su
BresciaToday è in caricamento