Palpeggia e molesta due ragazzine: pestato a sangue nel parcheggio

Svolta nelle indagini sull’aggressione di sabato sera a Ponte San Marco: il 43enne trovato in un bagno di sangue avrebbe molestato due minorenni

Foto d'archivio

Una spedizione punitiva per farla pagare, con le botte, all’uomo che avrebbe molestato, palpeggiato e pure offerto dei soldi (in cambio di sesso) a due ragazzine ancora minorenni: questo è quanto sarebbe successo sabato sera a Ponte San Marco, all’ingresso del parcheggio delle scuole elementari.

Lo scrive Bresciaoggi: i carabinieri di Desenzano avrebbero già identificato i due aggressori, due giovani di circa 30 anni di nazionalità albanese. Sarebbero intervenuti a seguito della richiesta di aiuto di una delle due ragazzine, che avrebbe riferito quanto accaduto alla sorella, che a sua volta l’avrebbe raccontato a uno dei ragazzi intervenuti.

Le presunte molestie e l’aggressione

La circostanza, che di fatto è una svolta nelle indagini, apre una pagina tutta nuova sulla vicenda: il 43enne di nazionalità marocchina, che era stato trovato in un bagno di sangue dai residenti, ora potrebbe essere anche lui un indagato, per le presunte molestie. Attualmente è ancora ricoverato in ospedale di Desenzano, con prognosi di circa un mese.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nell’immediato si era pensato potesse essere stato investito da un’auto: la Polizia Stradale aveva raccolto le testimonianze dei paesani che avevano visto allontanarsi una station wagon scura. Ma dopo un primo interrogatorio in ospedale, e indagini serrate, si è arrivati rapidamente all’ipotesi di un’aggressione. A cui ora si aggiunge anche il movente.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo Dpcm, barista bresciana si ribella: “Io non chiudo alle 18, arrestatemi”

  • Coronavirus, Crisanti: "Vi spiego perché il Natale può essere un'opportunità"

  • Uccisa dalla malattia in poco più di una settimana, Denise muore a soli 21 anni

  • Covid: a Brescia oltre 300 nuovi casi e una vittima, i nuovi contagi Comune per Comune

  • Svuota le casse dell’azienda, compra borse e auto di lusso: nei guai impiegata

  • Coronavirus, 177 contagi in 24 ore: i nuovi casi Comune per Comune

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BresciaToday è in caricamento