Cronaca

Folle lite in pizzeria: accoltella il collega, arrestato per tentato omicidio

E' stato fermato dai carabinieri il 27enne che mercoledì sera ha accoltellato un collega di lavoro alla pizzeria La Pergola di Ponte di Legno

Folle litigio in pizzeria a Ponte di Legno, per futili motivi: mercoledì pomeriggio, poco prima delle 17.30, un aiuto cuoco di 27 anni di origini egiziane ha accoltellato con una lama da cucina un collega di 33 anni, suo connazionale, grave in ospedale, al termine di un alterco legato alle mansioni da svolgere per il servizio serale.

Il giovane è stato arrestato dai carabinieri di Breno: attualmente si trova in carcere con l'accusa di tentato omicidio. La convalida dell'arresto da parte del Gip è attesa probabilmente per venerdì mattina. 

A dare l'allarme al 112 sono stati gli altri colleghi della pizzeria La Pergola di Via Corno d'Aola: dopo aver udito un grido hanno trovato il 33enne a terra, in una pozza di sangue. Da una prima ricostruzione sarebbe stato ferito al costato, con un grosso coltello da cucina, di quelli che si utilizzano per tagliare la carne. 

In codice rosso al Civile: rischia lesioni agli organi

E' stato trasferito d'urgenza in ospedale in elicottero, in codice rosso al Civile, e poi operato d'urgenza. Le sue condizioni sono gravi: è in prognosi riservata, e i medici stanno ancora valutando eventuali lesioni agli organi interni. Il suo aggressore è stato rintracciato a poche centinaia di metri di distanza dalla pizzeria, mentre si allontanava a piedi.

I carabinieri l'hanno subito fermato e accompagnato in caserma, dove è stato interrogato a lungo, anche dal magistrato. A poche ore dall'aggressione è arrivata la conferma del suo arresto, con l'accusa pesantissima di tentato omicidio. “Non pensavo di compiere un gesto così grave”, avrebbe riferito il 27enne ai militari.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Folle lite in pizzeria: accoltella il collega, arrestato per tentato omicidio

BresciaToday è in caricamento