Lacrime per il sorriso spezzato di Andrea, uccisa a soli 24 anni

La tragedia della 24enne mantovana Andrea Bonazzini, ragazza morta a causa di un malore fatale: fin dalla nascita era affetta da fibrosi cistica, la malattia che se l'è portata via per sempre. Giovedì pomeriggio i funerali

Andrea Bonazzina - Fonte Facebook gelocal.it

Si celebreranno giovedì 6 agosto alle ore 16, nella chiesa parrocchiale di Pomponesco nel mantovano, i funerali della giovane Andrea ‘Bonaz’ Bonazzini, la ragazza di soli 24 anni uccisa da una malattia incurabile di cui soffriva fin dalla nascita.

Solare, sorridente, bellissima: con i suoi capelli biondi una volta lisci e una volta ricci, i suoi occhi sempre luminosi. Ha dovuto arrendersi alla fibrosi cistica, la malattia che l’attanagliava da sempre. Viveva a Pomponesco, in provincia di Mantova, insieme a mamma Palmira: il padre Luca purtroppo era morto anni fa, aveva solo 40 anni, ucciso da un malore mentre faceva sport.

La tragica storia di Andrea – il suo nome per esteso era Mathilda Andrea Carlotta – è stata raccontata sulle pagina della Gazzetta di Mantova e della Gazzetta di Reggio. Aveva studiato a Guastalla, si era diplomata geometra: dal 2014 lavorava per la Arix di Viadana, dove i colleghi l’hanno ricordata proprio in questi giorni con un minuto di silenzio.

Tutto il paese si stringe nel suo ricordo, e anche la sua pagina Facebook si riempie di parole di cordoglio. Un destino amaro e ingiusto per la ‘piccola’ Andrea, schiacciata dal peso di una malattia più forte di tutto. A darle il colpo fatale un malore improvviso, che se l’è portata via per sempre.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La nuova star della dieta? Un nutrizionista bresciano: "Ecco il mio metodo"

  • Tutte le regioni zona gialla a dicembre, ma si va verso il divieto di spostamento

  • Tragedia in paese: giovane uomo si chiude in garage e si toglie la vita

  • Massimo Boldi: il negazionista Covid testimonial del nuovo spot di Regione Lombardia

  • Barista fa sesso con un imprenditore, resta incinta e perde il bimbo: "Dammi 60mila euro"

  • Zona rossa: il ristorante rimane aperto a pranzo, ed è tutto a norma di legge

Torna su
BresciaToday è in caricamento