Schiacciato contro il tetto da un muletto: operaio muore sul colpo

Il tragico infortunio nel primo pomeriggio di mercoledì a Pompiano.

Foto d'archivio

Morto sul lavoro, a soli 52 anni. È il tragico destino di un operaio specializzato che, nel primo pomeriggio di mercoledì, stava posando i cavi della fibra ottica sul tetto di un’abitazione di via San Giovanni Battista a Pompiano. 

Stando a una prima ricostruzione dell'accaduto, l’uomo si trovava da solo su un carrello elevatore e si sarebbe sporto per affermare qualcosa: i vestiti si sarebbero impigliati nei comandi del macchinario che si sarebbe azionato, schiacciando il lavoratore contro il tetto. Un impatto violento che gli avrebbe spezzato l’osso del collo.

A dare l'allarme, attorno alle 13.30, sarebbero stati alcuni passanti: in pochi minuti sono sopraggiunte le ambulanze e pure l’elisoccorso, partito da Brescia, ma per il 52enne non c’è stato nulla da fare. Una tragedia sul lavoro sulla quale faranno luce i carabinieri della stazione di Orzinuovi e Verolanuova e gli ispettori dell’Ats.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ragazza grave in ospedale per un'infezione: un altro caso dopo Veronica?

  • Operai al cimitero: la bara scivola, si rompe e fuoriesce la salma

  • La testa schiacciata tra la gru e il tetto: così è morto Antonio, padre di tre figli

  • Investita nel parcheggio del centro commerciale: donna muore sul colpo

  • Notte di paura: si trova un orso davanti e lo travolge con l'auto

  • Cane rinchiuso per mesi al buio: era costretto a vivere tra feci e urine

Torna su
BresciaToday è in caricamento