rotate-mobile
Cronaca Pompiano

Esche killer lanciate nel cortile di casa: sei gatti morti avvelenati

Tra loro anche dei cuccioli. La rabbia del proprietario degli animali

Bocconi succulenti, quanto letali perché ripieni di veleno. Sono quelli che sono stati lanciati nel cortile di un'abitazione di Pompiano e che hanno provocato la morte di sei gatti, alcuni dei quali di pochi mesi. A denunciare gli inquietanti e ripetuti episodi di avvelenamento è il proprietario degli animali. In un post su Facebook, l'uomo ha dato sfogo alla rabbia, e al dolore, per quanto accaduto negli ultimi mesi.

"Quello di oggi è il sesto che se ne va, tutti per quel motivo, tutti perché qualcuno si diverte a buttare i bocconi avvelenati nel mio cortile. Non vanno in giro, non fanno del male a nessuno, sono solamente piccoli giocherelloni che vorrebbero vivere in pace... Ora Basta", si legge.  

L'ultimo episodio è avvenuto all'inizio di marzo: inutile la corsa dal veterinario, che nulla ha potuto per salvare il micio. "Ha dovuto fargli una puntura per non farlo soffrire", scrive l'uomo sui social. Nessun dubbio sulle cause del decesso dei gatti: sarebbero tutti morti per avvelenamento, così avrebbero stabilito le analisi fatte dal veterinario.

Non solo: l'uomo avrebbe trovato in giardino alcune delle esche avvelenate. Si tratterebbe di bocconi di lardo ripieni di una sostanza di colore blu, probabilmente veleno per topi. Nonostante la preoccupante 'serialità' degli avvelenamenti nessuna denuncia, al momento, sarebbe stata sporta.

"Non preoccuparti non ti denuncio, troppo facile - scrive il proprietario dei gatti - che tu sia uomo o donna non fa nessuna differenza: sei un lurido verme".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Esche killer lanciate nel cortile di casa: sei gatti morti avvelenati

BresciaToday è in caricamento