menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Polmonite: 750 casi, pronta la class action

Non si è mai visto nulla di simile: un'epidemia dalla caratteristiche eccezionali, a livello nazionale ed addirittura europeo

Settecentocinquanta persone ammalate, addirittura 16 nuovi casi al giorno nell'arco di tempo compreso tra il 25 agosto e il 10 ottobre: sono questi i numeri, impressionanti, dell'anomala epidemia di polmonite che ha colpito la Bassa. Mentre ancora si cerca la causa di tutto ciò (sono in corso le operazioni di sanificazione delle torri di raffreddamento di alcune aziende situate nei Comuni di Calvisano, Visano, Carpenedolo e Lonato del Garda), e mentre prosegue l'indagine della Procura di Brescia affidata al pm Rossella Bonomo (l'ipotesi è quella di epidemia colposa), il quotidiano Bresciaoggi riporta la notizia di una possibile causa collettiva di risarcimento, una class action. 

A portare avanti l'iniziativa è Carmine Piccolo, capofila di un comitato formato da un centinaio di persone, che ha già avuto la disponibilità dell'avvocato Donatella Mento di Ghedi. L'ipotesi è quella di portare avanti una causa cumulativa, civile e penale, contro ignoti. Il tutto si fonderebbe sulle dichiarazioni dell'Ats, che, confermando l'esistenza di una "causa ambientale", seppur finora sconosciuta, fornirebbe il pretesto per la class action. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Il falso mito dell'acqua e limone da bere (calda) la mattina

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento