Cronaca

Il comandante della Polizia Provinciale: "Multe in base al reddito"

I quattro autovelox installati nelle strade ad alto scorrimento veicolare (Roncadelle, Sant'Eufemia, Desenzano, Castiglione) arrivano a fruttare oltre 40mila euro giornalieri. Il comandante Caromani: "Multe in base al reddito"

Autovelox spietati e multe spesso salatissime grazie alle quattro postazioni fisse installati sulla tangenziale Sud (tra Roncadelle e Sant’Eufemia) e sulla SP 567 (tra Desenzano del Garda e Castiglione delle Stiviere). Secondo i dati pubblicati dall’edizione odierna del Bresciaoggi ogni giorno vengono registrate quasi 350 multe per un introito complessivo che supera i 40mila euro: soldi utilissimi alla Provincia di Brescia che ha già annunciato le prossime inaugurazioni dei multanova nelle gallerie di Pisogne e sulla tangenziale tra Ghedi e Leno.

Sanzioni medie che vanno oltre i 100 euro, e a commentarle ci pensa proprio il comandante della Polizia Provinciale Carlo Caromani: “Da cittadino dico che sarebbe davvero giusto rapportare la sanzione in base al reddito, una multa di 150 euro non pesa allo stesso modo per un operaio o per un miliardario”. Il riferimento è ai sistemi di sanzione dei Paesi nordici e anglosassoni, ma anche della vicina Svizzera, dove oltre al reddito si prendono in considerazione anche i cavalli e le cilindrate dei mezzi utilizzati dai trasgressori.

“Prima di parlare di sanzioni in base al reddito – sottolinea però Caromani – dovremmo avere un sistema fiscale più efficiente e più equo. Non vorrei che il ricco evasore riesca così a pagare meno del dipendente dal reddito fisso”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il comandante della Polizia Provinciale: "Multe in base al reddito"

BresciaToday è in caricamento