Cronaca Centro / Viale della Stazione

Derubavano i passeggeri, inseguiti e arrestati tra Desenzano e Brescia

Una doppia segnalazione di furto consente agli agenti della Polizia Ferroviaria di fermare e arrestare due giovani cittadini francesi, già condannati in passato per lo stesso reato. Inseguiti a Desenzano, sono stati arrestati a Brescia

Nel primo pomeriggio di sabato gli agenti della Polizia Ferroviaria hanno proceduto all’arresto in flagranza di due cittadini francesi. L’imputazione per i due uomini è quella del furto aggravato in concorso e non solo per quanto accaduto nella mattinata di sabato. Gli stessi sono stati infatti riconosciuti come gli autori di un fatto analogo avvenuto qualche giorno prima a bordo di un treno proveniente da Venezia e diretto a Torino, quando un passeggero è stato derubato del suo zaino contenente una macchina fotografica e diversi obiettivi.

Il modus operandi è stato lo stesso in entrambe le occasioni: uno dei due uomini sedutosi di fronte alla vittima ha aspettato di arrivare in procinto della fermata del treno per far cadere in terra delle monetine. Il modo migliore per distrarre la vittima, che spontaneamente si prestava a raccogliere il denaro, permettendo così all’agile complice di entrare in azione e sottrarre il bagaglio al malcapitato.

In entrambi i casi solo successivamente il passeggero derubato si è accorto del furto. A seguito del primo episodio (accaduto nella giornata di giovedì) sabato mattina due agenti Polfer dopo aver visionato le telecamere di videosorveglianza e aver preso visione dell’identità dei due soggetti, hanno viaggiato in abiti civili a bordo del treno Brescia-Peschiera del Garda, scendendo a Desenzano. Transitando tra i binari hanno notato la presenza di due uomini con uno zaino in spalla, scesi velocemente dal primo treno per prendere la coincidenza per Brescia.

I due poliziotti li hanno poi seguiti a bordo treno fino a Brescia dove, scesi in stazione, li hanno fatti fermare per un controllo da personale dell’Esercito in servizio di vigilanza. Sprovvisti di documenti, i due sono stati accompagnati presso l’ufficio della Polfer: proprio qui, mentre arrivava una nuova segnalazione da parte del capotreno per un nuovo furto perpetrato in mattinata, gli agenti hanno proceduto al controllo dello zaino rivenendo all’interno quanto denunciato dal passeggero derubato. Una macchina fotografica Reflex, due obiettivi, un flash e vari accessori.

Gravati da numerosissimi precedenti per furto oltre che da sentenze di condanna già passate in giudicato per lo stesso reato, i due uomini, entrambi francesi, uno del 1983 e l’altro del 1989, sono stati arrestati in flagranza di reato per furto aggravato in concorso.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Derubavano i passeggeri, inseguiti e arrestati tra Desenzano e Brescia

BresciaToday è in caricamento