Fuori di sé per l’alcol, sfonda la porta a martellate e semina il panico in chiesa

È successo giovedì sera a Polaveno: l’uomo, un 48enne del posto, ha pure minacciato le catechiste. Non è nemmeno la prima volta che compie gesti simili.

Foto di repertorio

Serata di paura, giovedì, a Polaveno. A seminare il panico, nella piazza principale e nella chiesa del paese, un uomo di 48 anni, originario di Rodengo e di casa in paese, in località San Giovanni: ubriaco fradicio si è presentato fuori dall’edificio sacro armato di martello, colpendo numerose volte la porta d’ingresso con l’attrezzo.

Dopo aver distrutto la porta è entrato in chiesa, sempre stringendo tra le mani il martello: avrebbe cominciato a minacciare le catechiste che si trovavano all’interno. Preoccupate e spaventate, le donne hanno chiamato il 112 e sul posto si sono precipitate le ambulanze e i carabinieri.

Fermare il 48enne, noto alle forze dell’ordine per aver già compiuto azioni simili in passato, non è stato semplice. Una volta immobilizzato è stato consegnato agli operatori del 118, che lo hanno sedato e portato in ospedale per essere sottoposto alla procedura del trattamento sanitario obbligatorio. Come detto non è la prima volta che l'uomo dà di matto e mette in pericolo la comunità: più volte denunciato, sarebbe anche già finito in carcere. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ragazza grave in ospedale per un'infezione: un altro caso dopo Veronica?

  • Operai al cimitero: la bara scivola, si rompe e fuoriesce la salma

  • La testa schiacciata tra la gru e il tetto: così è morto Antonio, padre di tre figli

  • Troppa nebbia, esce di strada e finisce nel canale: muore annegato nella sua auto

  • Ragazza di 16 anni in ospedale: "E' lo stesso Meningococco di Veronica"

  • Tragedia avvolta nel mistero: cadavere trovato in autostrada, lungo la corsia di sorpasso

Torna su
BresciaToday è in caricamento