Cronaca

Fumi velenosi da una ditta, stanno male i bambini dell'oratorio

Il titolare di un'industria tessile di Pizzeghettone è stato segnalato in Procura dal Noe di Brescia. Dalle verifiche dei tecnici, l'azienda è stata ritenuta responsabile di diversi episodi di malessere collettivo tra i ragazzi e i bambini dell'oratorio San Luigi

I carabinieri del Noe di Brescia hanno segnalato alla Procura della Repubblica di Cremona il legale rappresentante di un'industria chimico-tessile di Pizzighettone, dopo aver accertato l'emissione da parte dell'azienda di fumi non trattati come previsto dalla legge.

EX DISCARICA, INDAGINE SHOCK: +30% DI TUMORI NELLA ZONA SUD-EST DI BRESCIA

Le indagini erano scattate dopo l'esposto di un gruppo di genitori di Pizzighettone, i cui figli avevano manifestato irritazione agli occhi ed alla gola durante il periodo del campo estivo all'oratorio San Luigi. Anche il vicario don Alberto Martinelli aveva sporto denuncia ai carabinieri.

Lo scorso 10 ottobre, poi, rilevata la presenza di un odore acre nell'aria, era dovuta intervenire l'Arpa di Cremona dopo che, durante un allenamento di calcio, una cinquantina di bambini aveva accusato malori. Le indagini del Noe di Brescia continueranno anche nei prossimi giorni per individuare altri eventuali responsabili.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fumi velenosi da una ditta, stanno male i bambini dell'oratorio

BresciaToday è in caricamento