rotate-mobile
Domenica, 25 Settembre 2022
Cronaca Vestone

Dalla Valsabbia una pizza super, classificatasi al nono posto nel Campionato del mondo

Una pizza valsabbina ha fatto un’ottima figura nei recenti campionati del mondo di Parma

Partecipanti provenienti da tutto il mondo, agguerritissimi e preparatissimi per la sfida più attesa, quella della “pizza classica”, dove un valsabbino doc si è ben difeso classificandosi al nono posto assoluto. Stiamo parlando di Pietro Freddi, che oltre ad essere il titolare di una forneria a Casto è anche proprietario del «Boccon di vino», una pizzeria-enoteca di Vestone, e della trattoria Marietta di Gardone Riviera. 

Per la 25esima edizione del Campionato Mondiale della Pizza (11-13 aprile), al Palacassa di Parma sono stati 600 i partecipanti provenienti da tutto il mondo, accompagnati da migliaia di visitatori arrivati per la più importante e conosciuta kermesse della pizza. Tante le categorie del concorso, da quelle più smaccatamente spettacolari alle più tradizionali: Pizza in Teglia, Pizza Senza Glutine, Pizza Napoletana, Pizza in Pala, Pizza a Due, Pizza Triathlon, Stile libero individuale, Stile libero a squadre, Pizzaiolo più veloce, Pizza più larga e ovviamente Pizza Classica, categoria nella quale il nostro Pietro Freddi si è ben difeso, come raccontato sulle colonne di Bresciaoggi.  

La pizza presentata dal valsabbino è particolare, ma non troppo, e punta ovviamente sulla qualità degli ingredienti utilizzati: pomodoro "mezzo guscio" Petrilli, formagella bianca (dell’azienda agricola «Le Ruche»), cipolla stufata con aceto balsamico, formaggio Bago?s stagionato per 15 mesi (dell’azienda agricola Buccio) e radicchio dell’orso (una pianta protetta, che cresce ad alta quota e si può raccogliere solo in modeste quantità). Il tutto posizionato su una base fatta da farina integrale ti tipo "1" macinata a pietra e lievito madre, maturata 32 ore. Complimenti. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dalla Valsabbia una pizza super, classificatasi al nono posto nel Campionato del mondo

BresciaToday è in caricamento