Pisogne: rapinatore mascherato assalta le Poste

Il colpo è stato messo a segno nel pomeriggio di giovedì , nell'ufficio postale di Pisogne. Il malvivente è riuscito a fuggire, ma con un misero bottino.

Il travestimento era fin troppo evidente, tanto da insospettire i passanti, che hanno allertato le forze dell'ordine ancor prima che il rapinatore entrasse in azione.

L'uomo, mascherato con barba finta, parrucca, cappello in testa e grossi occhiali scuri e armato di pistola,  è entrato in azione poco dopo le 13 di giovedì pomeriggio.Minacciando con l'arma in pugno le tre impiegate, il malvivente si è fatto consegnare il denaro, poche centinaia di euro, per poi fuggire. L'ufficio è stato chiuso e sulla porta d'ingresso è stato appiccicato il cartello: " chiuso per rapina".

I Carabinieri della stazione di Pisogne sono arrivati all'ufficio postale di via Antica Valeriana poco dopo, ma non sono riusciti a fermare i rapinatore.

Le modalità  sembrano le stesse della rapina avvenuta lo scorso 20 marzo al supermercato “Di Più” di  Castel Volpino. Anche in quel caso il rapinatore indossava una parrucca.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia in paese: giovane uomo si chiude in garage e si toglie la vita

  • Maestra positiva al Covid: "Dolori allucinanti, anche alla testa. Ho temuto d'essere morta"

  • Lago d'Iseo: le storie e i segreti dell'Isola di Loreto in onda su Italia Uno

  • Giovane mamma uccisa dal cancro: lascia nel dolore marito e due figli

  • Ubriaco, cerca di fermare le auto in transito: ragazzo travolto e ucciso

  • Positivo al Covid e dimesso: "L'ospedale mi ha detto di tornare a casa in autobus"

Torna su
BresciaToday è in caricamento