Rave party da 500 ragazzi nell’ex acciaieria: protestano i residenti

Quasi 500 ragazzi si sono radunati nella notte tra sabato e domenica negli spazi dell'acciaieria abbandonata Ols di Pisogne: musica e balli sfrenati fino al primo pomeriggio, poi la festa che si libera da sola. Le proteste dei residenti

Foto d'archivio

Un rave party abusivo nel cuore dell’assonnata Valcamonica. Poco meno di 500 ragazzi hanno ‘invaso’ le aree ormai dismesse dell’ex acciaieria Ols di Pisogne, e si sono accompagnati per tutto il sabato notte – fino al primo pomeriggio di domenica – al ritmo elevatissimo di musica techno.

Ritmi velocissimi anche da 180 battiti al minuto, ma soprattutto rumorosissimi: tanto da aver infastidito – e svegliato – anche i residenti della zona, che pure non abitano così vicino all’ex acciaieria teatro del rave party notturno e abusivo.

Già in passato i capannoni abbandonati erano stati occupati. Ora sono tornati ad essere il teatro della festa abusiva, e che pare abbia coinvolto quasi 500 ragazzi. Il rave si è sgomberato in autonomia, nel primo pomeriggio: i ragazzi hanno abbandonato la festa un poco alla volta, alla spicciolata. Sul posto sono poi arrivati i Carabinieri: sicuramente qualcuno dei presenti è stato identificato e segnalato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia in paese: giovane uomo si chiude in garage e si toglie la vita

  • Maestra positiva al Covid: "Dolori allucinanti, anche alla testa. Ho temuto d'essere morta"

  • Lago d'Iseo: le storie e i segreti dell'Isola di Loreto in onda su Italia Uno

  • Giovane mamma uccisa dal cancro: lascia nel dolore marito e due figli

  • Ubriaco, cerca di fermare le auto in transito: ragazzo travolto e ucciso

  • Positivo al Covid e dimesso: "L'ospedale mi ha detto di tornare a casa in autobus"

Torna su
BresciaToday è in caricamento