Lunedì, 17 Maggio 2021
Cronaca

Trenta Passi, 8000 multe in sei mesi: bilancio di un autovelox

Da marzo ad agosto quasi 8000 contravvenzioni per eccesso di velocità: il multavelox della galleria Trenta Passi di Pisogne momentaneamente sospeso per consentire lavori di sistemazione dell'impianto luce

Quasi 8000 contravvenzioni per eccesso di velocità, e in poco meno di sei mesi. Un risultato da record per l’autovelox della galleria Trenta Passi di Pisogne, installato nel marzo scorso e momentaneamente fuori uso, per permettere la sistemazione dell’impianto di illuminazione della galleria stessa.

C’è aria di soddisfazione in Provincia, questi sono soldi non facili ma quasi. Il limite di velocità è fissato ai 70 km/h, ma con una particolarità unica: solo nelle ore di traffico intenso la multa scatta al limite minimo, nei momenti di bassa ‘affluenza’ viene automaticamente elevato ai 90 km/h. Ma con un algoritmo complesso, che nell’arco della media giornaliera punisce ‘solo’ quelli che vanno davvero più veloce degli altri.

In ogni caso un ‘botto’ di multe e contravvenzioni: 2178 a marzo (il mese inaugurale), 1777 ad aprile, 1549 a maggio e 1441 a giugno, con il ‘crollo’ estivo ancora tutto da spiegare, 535 a luglio e 460 ad agosto. Per un totale che fa 7940, in media sono 1323 al mese.

Ma si potrebbe ‘dare’ anche di più. “Se con tutti gli autovelox provinciali sanzionassimo sempre secondo il codice della strada, arriverebbero circa 5mila multe – ha spiegato il comandante della Polizia Provinciale, Carlo Caromani – L’autovelox delle Trenta Passi, così come gli altri presenti sulle strade della Provincia, è dotato di un sistema di rilevamento che abbiamo fatto progettare su misura”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trenta Passi, 8000 multe in sei mesi: bilancio di un autovelox

BresciaToday è in caricamento