Cronaca

Vede i carabinieri e scappa, dal finestrino volano 25mila euro di cocaina

A finire nei guai, con l’accusa di detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio, un 26enne pregiudicato di casa a Esine.

Ancora un arresto per droga nel Bresciano. I carabinieri del Radiomobile di Breno hanno fermato un 26enne pregiudicato che vive con la famiglia a Esine. Il giovane uomo, a quanto pare spacciatore di professione, ha provato ad eludere il controllo dei militari dell’Arma sbarazzandosi della merce illegale che aveva a bordo della sua auto.

Tutto è accaduto nei giorni scorsi, lungo la Provinciale 510. Il 26enne, di origine tunisina, si è imbattuto in un posto di blocco allestito all’ingresso di Pisogne per monitorare gli spostamenti e garantire il rispetto dei decreti ministeriali anti-contagio. Era al volante di una Fiat 500: quando i carabinieri hanno alzato la paletta per fermare i veicoli che precedevano la sua utilitaria, lui ha aperto il finestrino del passeggero per sbarazzarsi di un marsupio. Credeva di farla franca, ma il gesto non è certo passato inosservato. 

I militari hanno fermato l’auto e recuperato il marsupio, all’interno del quale c’era un vero e proprio ’tesoretto’ illegale: due involucri contenenti complessivamente 300 grammi di cocaina, il cui valore commerciale si aggira sui 25 mila euro.

Per il 26enne sono subito scattate le manette e il trasferimento in carcere a Brescia. Ma è già tornato a casa: il Gip ha infatti convalidato l’arresto, optando però per la detenzione domiciliare. 
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vede i carabinieri e scappa, dal finestrino volano 25mila euro di cocaina

BresciaToday è in caricamento