Terrore in un bar bresciano: titolare aggredita con un paio di forbici

L'episodio mercoledì notte a Gratacasolo: barista aggredita (e minacciata di morte) da un cliente abituale che voleva rapinarla. La donna riesce a scappare e ad avvisare il 112

Foto d'archivio

La titolare di un bar di Gratacasolo, frazione di Pisogne, è stata aggredita nella notte tra mercoledì e giovedì da uno dei suoi clienti abituali. Secondo una prima ricostruzione effettuata dai carabinieri, che comunque hanno già arrestato l'aggressore, l'uomo (con qualche problema in passato) l'avrebbe minacciata e colpita con una forbice per farsi consegnare l'incasso.

Attimi di vero terrore: quando mancava poco all'ora di chiusura si è presentato nel locale, brandendo un paio di forbici l'ha minacciata di morte, le ha chiesto di consegnargli la cassa e infine, dopo una prima resistenza, l'ha “pugnalata” più volte con le forbici.

Nulla di grave, per fortuna: le ferite sono solo superficiali. La donna è riuscita a scappare, a rifugiarsi al piano di sopra (dove non c'era nessuno) per poi scendere le scale, spintonare il suo aggressore e riuscire finalmente a scappare.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, contagiati altri due bresciani: primo caso sospetto in città

  • All'ospedale Civile una paziente col Coronavirus, controlli su 5 bresciani

  • Incidente a Pozzolengo: neonato di Lonato muore in ospedale

  • "Non so come l'ho preso": parla la ginecologa positiva al coronavirus

  • Emergenza Coronavirus: 4 casi positivi al Civile, c'è il primo bresciano

  • Secondo caso bresciano di Coronavirus: è una ginecologa di 36 anni

Torna su
BresciaToday è in caricamento