Cronaca

Il ricordo nella tragedia: fatale un maledetto colpo di sonno

Anche la sorella era morta in un incidente stradale, e solo pochi anni fa: lacrime e rabbia a Erbusco per la morte del 46enne Pietro Luigi Cortellazzi. Era un militante del M5S: il ricordo dei colleghi di partito

Si è spento a poche ore dall'incidente, in ospedale: sono queste le ore decisive per sapere quando sarà celebrato il funerale. La comunità si stringe intanto ai familiari: la sorella Maria, i fratelli Egidio e Luciano. Un'altra tragedia: già una sorella era morta, e solo pochi anni fa, a causa di un terribile incidente in motorino.

La famiglia ha autorizzato l'espianto degli organi. Lacrime e rabbia per la morte di Pietro Luigi Cortellazzi, il 46enne di Erbusco finito fuori strada venerdì notte, a bordo della sua Fiat Punto. L'uomo, giardiniere di professione, sarebbe addormentato in curva, finendo a sbattere contro il muro di cinta di una casa.

Ad accorgersi dell'incidente un automobilista di passaggio, quando erano quasi le 5 del mattino: Cortellazzi è stato accompagnato in ospedale a Brescia, in Poliambulanza, ma le sue condizioni sono parse critiche fin da subito. Si è spento meno di 12 ore più tardi.


Il ricordo dei colleghi di partito: Pietro era un militante del Movimento 5 Stelle di Erbusco. Sul web il commosso cordoglio: “Vogliamo ricordarlo così, seduto al nostro banchetto mentre cerca di combattere con noi per un mondo migliore. Ci mancherai Pietro, una nuova stella del nostro cielo”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il ricordo nella tragedia: fatale un maledetto colpo di sonno

BresciaToday è in caricamento