Il ricordo nella tragedia: fatale un maledetto colpo di sonno

Anche la sorella era morta in un incidente stradale, e solo pochi anni fa: lacrime e rabbia a Erbusco per la morte del 46enne Pietro Luigi Cortellazzi. Era un militante del M5S: il ricordo dei colleghi di partito

Si è spento a poche ore dall'incidente, in ospedale: sono queste le ore decisive per sapere quando sarà celebrato il funerale. La comunità si stringe intanto ai familiari: la sorella Maria, i fratelli Egidio e Luciano. Un'altra tragedia: già una sorella era morta, e solo pochi anni fa, a causa di un terribile incidente in motorino.

La famiglia ha autorizzato l'espianto degli organi. Lacrime e rabbia per la morte di Pietro Luigi Cortellazzi, il 46enne di Erbusco finito fuori strada venerdì notte, a bordo della sua Fiat Punto. L'uomo, giardiniere di professione, sarebbe addormentato in curva, finendo a sbattere contro il muro di cinta di una casa.

Ad accorgersi dell'incidente un automobilista di passaggio, quando erano quasi le 5 del mattino: Cortellazzi è stato accompagnato in ospedale a Brescia, in Poliambulanza, ma le sue condizioni sono parse critiche fin da subito. Si è spento meno di 12 ore più tardi.

Il ricordo dei colleghi di partito: Pietro era un militante del Movimento 5 Stelle di Erbusco. Sul web il commosso cordoglio: “Vogliamo ricordarlo così, seduto al nostro banchetto mentre cerca di combattere con noi per un mondo migliore. Ci mancherai Pietro, una nuova stella del nostro cielo”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "L'ha massacrata a mani nude, poi è andato al bar": il killer è appena diventato papà

  • Baci alla ragazza, finisce a processo: "Non sapevo avesse appena 12 anni"

  • Nipote 43enne muore dieci giorni dopo la zia: lavoravano nello stesso negozio

  • La tragica fine di Francesca: picchiata e strangolata al parco pubblico

  • Strangolata al parco: fermato ragazzo di 29 anni, è accusato di omicidio

  • Malore al bar: si accascia a terra e muore sotto gli occhi di barista e clienti

Torna su
BresciaToday è in caricamento