Insegnante e scrittore, morto ex sindaco: lascia moglie e figli

Si è spento a 80 anni Pier Luigi Zaniboni, ex sindaco di Carpenedolo: nella vita è stato insegnante, scrittore, dirigente sportivo. Lascia moglie e figli

Pier Luigi Zaniboni (fonte Facebook)

La comunità di Carpenedolo è in lutto per la scomparsa dell’ex sindaco Pier Luigi Zaniboni: è morto giovedì a 80 anni nell’abbraccio dei familiari. Lascia l’amata moglie Piera, i figli Ambrogio con Elena, Flavia con Igino, Luisa con Lorenzo, i nipoti Marco, Federica, Matteo, Michele, Alice e Gabriele. I funerali saranno celebrati sabato mattina alle 10, nella chiesa parrocchiale del paese.

Un volto più che noto della vita cittadina, culturale e non solo: maestro alle scuole elementari, ha insegnato a decine e decine di ragazzi. E’ stato primo cittadino per ben 14 anni: dal 1970 al 1980, per la Democrazia Cristiana, e dal 1995 al 1999 con il centrosinistra dell’Ulivo. Uomo di grande intelligenza, ha pubblicato ben 15 libri: negli ultimi tempi amava definirsi “volontario" e "ricercatore di storia locale”.

Cultura e umanità: il ricordo dell’ex sindaco

Tra i tanti testi che portano la sua firma, sono diversi quelli dedicati allo sport, di cui era grande appassionato: non solo il calcio e le bocce (tra l’altro: aveva fatto costruire lui il bocciodromo, quando era sindaco) ma soprattutto il ciclismo, da ex dirigente sportivo della squadra locale. In tanti ricordano le sue innumerevoli passioni: suonava nella banda, recitava a teatro.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In queste ore sono tantissimi i messaggi di cordoglio arrivati alla famiglia. I familiari allo stesso tempo ringraziano il dottor Franco Biondi e l’infermiera Nadia Bellini “per le amorevoli cure prestate”. La sua grande umanità era stata celebrata nel 2005, quando venne insignito del prestigioso Premio Bulloni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: primo bambino positivo in una scuola bresciana, classe in isolamento

  • Masturbava ragazzini al parco, in cambio gli comprava scarpe e spinelli

  • Incidente in A4 tra Desenzano e Brescia: chilometri di code

  • Precipita per oltre 8 metri: muore sotto gli occhi dei nipotini di 6 e 8 anni

  • Apre nuovo supermercato: maxi-store da 3.800 mq aperto tutti i giorni

  • Tragedia sui cieli della Lombardia: aereo precipita e prende fuoco, due morti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BresciaToday è in caricamento