menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Immagine di repertorio

Immagine di repertorio

Picchia la compagna, poi la porta al pronto soccorso. Arrestato

È successo a Brescia. Nei guai un ragazzo di 30 anni con alcuni piccoli precedenti

Quattro costole fratturate e un trauma cranico. Sono i segni dell'ira furibonda del suo compagno, l'uomo che diceva di amarla. Per lui — 30enne con qualche piccolo precedente — è scattato l'arresto, mentre la compagna, sua coetanea, è dovuta ricorrere alle cure del pronto soccorso. È successo mercoledì notte in un'appartamento di Brescia. 

Prima la lite dai toni accesi, poi l'aggressione. Pugni e calci che hanno ferito la giovane, madre di due figli avuti da una precedente relazione che, fortunatamente, non hanno assistito alla terribile scena. 

Dopo il raptus d'ira è stato lo stesso violento a portarla all'ospedale. Prima al Civile, ma scoperto che c'era troppo da attendere ha ripiegato sull'ospedale di Chiari. E proprio ai medici dell'ospedale clarense la giovane — in stato di choc — ha raccontato di essere stata brutalmente aggredita dal compagno. Le stesse parole le ha ripetute davanti ai carabinieri che hanno messo tutto a verbale e trasmesso i documenti al Pm Roberta Amadeo. Per il violento sono scattate le manette.

I carabinieri lo hanno accompagnato nel carcere di Canton Mombello. Nella giornata di sabato sasrà interrogato dal Gip Paolo Mainardi. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento