I carabinieri intervengono per aiutarla, lei li prende a calci e pugni

Episodio complicato in Piazza Repubblica a Brescia: una giovane donna è stata arrestata per aver aggredito i carabinieri che erano intervenuti solo per aiutarla. In casa anche della droga

In qualche modo avrebbero voluto aiutarla, più o meno “salvarla” da una situazione che per lei pareva molto difficile: e invece una volta varcata la soglia sono stati letteralmente aggrediti, presi a calci e pugni e soprattutto schiaffi. Calma e sangue freddo: la giovane (di 25 anni) è stata arrestata per violenza e resistenza a pubblico ufficiale.

Non solo: dovrà rispondere di possesso di sostanza stupefacente, fermata appena in tempo mentre cercava di lanciare dalla finestra un pezzo di hashish da circa 15 grammi. Tutto è successo in un palazzo di Piazza Repubblica: i carabinieri sono intervenuti in zona a seguito di una segnalazione.

Arrivati sul posto hanno trovato un ragazzo, praticamente nudo, al piano terra del palazzo da cui era arrivata la chiamata. Il giovane ha raccontato di aver litigato con la fidanzata, che stava ancora di sopra: i militari allora sono saliti per vedere che la donna stesse bene,

Stava bene, forse fin troppo: così bene da aggredire prima verbalmente i carabinieri, e poi fisicamente. Come detto, una rapida sequenza di calci, pugni e schiaffi: non voleva proprio che i militari varcassero la soglia di casa sua. Forse in preda agli effetti di qualche sostanza, avrebbe dato di matto proprio a seguito di domanda precisa sull'eventuale assunzione di stupefacenti.

Ha cercato allora di lanciare l'hashish che teneva con sé dalla finestra, senza riuscirci. In casa è stato sequestrato anche un bilancino di precisione: incredibile ma vero, la ragazza ha detto ai carabinieri di utilizzarlo per pesare la farina.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "L'ha massacrata a mani nude, poi è andato al bar": il killer è appena diventato papà

  • Baci alla ragazza, finisce a processo: "Non sapevo avesse appena 12 anni"

  • Nipote 43enne muore dieci giorni dopo la zia: lavoravano nello stesso negozio

  • La tragica fine di Francesca: picchiata e strangolata al parco pubblico

  • Strangolata al parco: fermato ragazzo di 29 anni, è accusato di omicidio

  • Malore al bar: si accascia a terra e muore sotto gli occhi di barista e clienti

Torna su
BresciaToday è in caricamento