Venerdì, 25 Giugno 2021
Cronaca

Alpino bresciano pestato da tre malviventi al raduno nazionale

Un alpino bresciano di 42 anni è stato pestato e rapinato a Piacenza da tre cittadini stranieri nel primo mattino di oggi. Uno è stato arrestato, caccia ai complici

Piacenza, un momento del raduno nazionale

Pestato da tre stranieri e rapinato. La vittima è un alpino di Brescia, 42 anni, che all'alba di questa mattina è stato aggredito da tre giovani a Piacenza, dove si trovava per l'Adunata Nazionale: uno degli aggressori è stato arrestato dai carabinieri del Radiomobile.

Si tratta di un cittadino marocchino di 31 anni, pluripregiudicato e uscito dal carcere di Piacenza da pochi giorni per altri fatti simili. Ora si trova in carcere alle Novate in attesa dell'interrogatorio di convalida dell'arresto. I militari, coordinati dalla Procura di Piacenza, stanno ora cercando gli altri complici.

L'alpino è stato invece portato in ospedale dove gli è stata diagnosticata la frattura di una mano: per lui una prognosi di circa tre settimane.

Tutto è accaduto intorno alle 6 del 10 maggio in via Cremona, dove alpino si trovava da solo a piedi. All'improvviso si è trovato circondato da tre giovani stranieri che hanno iniziato a picchiarlo.

Lui ha cercato di difendersi ma la superiorità numerica ha prevalso. I tre aggressori gli hanno rubato i soldi e sono scappati. Nel frattempo, da un locale lì vicino, alcune persone sono accorse in aiuto dell'uomo, attirate dalle sue grida.

In breve sul posto è arrivata una pattuglia del Nucleo radiomobile di Piacenza che, raccolta una descrizione degli aggressori, ha individuato poco lontano il 31enne, che è stato riconosciuto e arrestato: è accusato di rapina aggravata in concorso.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alpino bresciano pestato da tre malviventi al raduno nazionale

BresciaToday è in caricamento