Brescia, petizione online per la strage di 15 gatti sbranati

Un 47enne di Quinzano d'Oglio, dopo un litigio col cognato, aveva aizzato contro i gatti del parente il suo dobermann. I felini sono stati tutti sbranati.

Foto di repertorio

BRESCIA - Un'iniziariva online per accendere l'attenzione su un vero e proprio animalicidio.

Sono passati pochi giorni dal caso di Quinzano d'Oglio, dove un 47enne, dopo un litigio, ha sfogato la propria ira contro i quindici gatti del cognato, aizzando il suo dobermann contro i felini che sono stati sbranati, mentre altri sarebbero stati investiti col trattore dallo stesso 47enne.

L'uomo è stato assolto dai giudici "perché il fatto non sussiste".

Sul web è nata una petizione lanciata su Firmiamo.it, che ha raccolto in poche ore più di 3.700 firme.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La nuova star della dieta? Un nutrizionista bresciano: "Ecco il mio metodo"

  • Tutte le regioni zona gialla a dicembre, ma si va verso il divieto di spostamento

  • Tragedia in paese: giovane uomo si chiude in garage e si toglie la vita

  • Massimo Boldi: il negazionista Covid testimonial del nuovo spot di Regione Lombardia

  • Barista fa sesso con un imprenditore, resta incinta e perde il bimbo: "Dammi 60mila euro"

  • Zona rossa: il ristorante rimane aperto a pranzo, ed è tutto a norma di legge

Torna su
BresciaToday è in caricamento