Lunedì, 14 Giugno 2021
Cronaca

Inseguimento e sparatoria: morto ladro d'auto

Sarebbe stato ucciso da un colpo partito della sua pistola durante la sparatoria con i Carabinieri avvenuta nella mattinata di sabato A perdere la vita un 27enne albanese con una lunga lista di precedenti per rapine e furti alle spalle 

Quando ha visto i carabinieri, impegnati in un normale controllo antidroga e antialcol, non ci avrebbe pensato un attimo e sarebbe fuggito. Poi, dopo un lungo inseguimento a piedi, avrebbe aperto il fuoco contro i militari che gli davano la caccia. Quindi, sarebbe inciampato e si sarebbe ucciso con la sua stessa arma. 

Alba di sangue, quella di sabato, a Peschiera Borromeo, teatro della morte di un giovane - non ancora identificato -, deceduto dopo una sparatoria con i carabinieri del nucleo operativo.

Le strade della vittima e delle forze dell’ordine - carabinieri e polizia stradale - sembra si siano incrociate nel bresciano, dove il ragazzo - che secondo quanto appreso da MilanoToday viaggiava a bordo di un'auto rubata - sarebbe fuggito ad un posto di blocco. Dopo un lungo inseguimento in macchina,  cominciato a  Brescia e proseguito lungo l'autostrada A4, il fuggitivo - arrivato a Peschiera e ormai circonadato - avrebbe cercato di scappare a piedi. All’altezza di via 25 aprile, poi, avrebbe aperto il fuoco contro i carabinieri, sparando almeno quattro colpi. 

Di fronte ad un bar al civico 94, però, il giovane sarebbe inciampato e nella caduta avrebbe fatto partire accidentalmente un colpo di pistola dalla sua stessa arma, che lo avrebbe centrato al volto. Per lui, nonostante l’intervento di un’ambulanza e un’auto medica, non c’è stato nulla da fare. 

Nell'inseguimento e nella sparatoria, nessuno tra i carabinieri è rimasto ferito. Sul caso indaga la compagnia di San Donato. 

Fonte: MilanoToday 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Inseguimento e sparatoria: morto ladro d'auto

BresciaToday è in caricamento