Cronaca

In fiamme il deposito di rifiuti, densa colonna di fumo verso il cielo

Un incendio di vaste proporzioni è divampato, forse per origine dolosa, all’interno del piazzale di un’azienda valsabbina, l’Arpa è al lavoro per stabilirne la pericolosità.

1.250 metri cubi di tracci, gomma e materiali plastici: tanto è il materiale andato in fumo tra il pomeriggio di ieri e la notte, nell’incendio scoppiato nel piazzale di un’azienda valsabbina. A partire dalle 15:30 diverse squadre di Vigili del fuoco hanno lavorato duramente per avere la meglio sul rogo. 

Le fiamme sono divampate prima delle 15:30, l’ora in cui un cittadino ha lanciato l’allarme lungo la strada provinciale che collega Vestone a Pertica Bassa. All’interno del piazzale di proprietà della Trento Trans, un’azienda attiva a Carpeneda di Vobarno, che ha dato in affitto il sito alla Metal Rex Italia, si vedevano alte fiamme che avevano intaccato un deposito (all’aperto) di balle di stracci, gomma e materiali plastici. 

Nel giro di pochi minuti sul posto sono arrivati i Vigili del fuoco volontari di Vestone, seguiti dalle squadre partite da Salò, due, e dalla città. Grazie all’acqua prelevata dal vicino fiume Degnone, che da Pertica scende a Vestone, i vigili del fuoco hanno lavorato a lungo sul rogo, prima diminuendone l’intensità, poi, verso sera, cercando grazie a un escavatore utilizzato per allontanare le balle e favorire lo spegnimento. 

Testimoni affermano di avere visto qualcuno che tentava di appiccare l’incendio nel piazzale già alcuni giorni fa, e poi ieri verso le 13. Le indagini cercheranno di capire la verità dietro al disastro. Nel frattempo i tecnici dell’Arpa sono chiamati a verificare se sussistano problemi di ordine ambientale: la densa colonna di fumo nero levatasi in cielo nel pomeriggio di ieri certo non era salutare. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In fiamme il deposito di rifiuti, densa colonna di fumo verso il cielo

BresciaToday è in caricamento