Cronaca Via Levrange

Una vita a cercar funghi, tradita da un sentiero: lacrime per Marì

Lascia il marito Felice e le figlie Giuliana e Jose: lacrime amare a Pertica Bassa per la morte della 78enne Maria Pellizzari, precipitata in un dirupo mentre si trovava a poche centinaia di metri da casa. Tutti la chiamavano ‘Marì’

Foto d'archivio

La chiamavano Marì. Lei era Maria Pellizzari, la donna di 78 anni che ha perso la vita nella tarda mattinata di giovedì, nei boschi di Pertica Bassa frazione di Levrange: praticamente a poche centinaia di metri da casa. A lanciare l’allarme per primo il marito Felice: si è accorto che qualcosa non andava nel momento in cui Maria non era rientrata per pranzo, lei che era sempre puntualissima. Non rispondeva nemmeno al cellulare.

Maria Pellizzari dovrebbe essere morta intorno a mezzogiorno. Sarebbe precipitata per una ventina di metri, ruzzolando da un sentiero più alto per finire in un dirupo. Avrebbe sbattuto la testa più volte prima di cadere a terra. Il marito e i vicini di casa l’hanno prima cercata dei dintorni, poi hanno lanciato l’allarme. La macchina dei soccorsi si è mossa rapida, ma non c’è stato nulla da fare.

L’hanno trovata senza vita alle pendici del sentiero che porta in località Legne. A due passi da casa, a meno di 300 metri dalla sua abitazione. Maria era un’esperta: andava spesso a funghi, conosceva i posti e sapeva dove andare a cercarli. Giovedì mattina era uscita per andare a ‘caccia’ di chiodini.

Non si conosce ancora la data del funerale. La piangono il marito Felice Zambelli e le figlie Giuliana e Jose, e poi cinque nipoti. Originaria di Provaglio Valsabbia, abitava a Levrange da una vita, insieme al marito.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Una vita a cercar funghi, tradita da un sentiero: lacrime per Marì

BresciaToday è in caricamento