menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Aiuto, si sente male": soccorritori aggrediti, in tasca coltello e cocaina

E’ successo al quartiere della Pendolina. L'intervento in Via Ragazzi del ‘99 di due Volanti della Questura

Ha fatto tutto da solo, o quasi, il bresciano di 46 anni che sabato pomeriggio ha aggredito prima i soccorritori e poi gli agenti di polizia intervenuti per calmarlo: non solo era armato, in tasca aveva anche della cocaina. E’ stato denunciato per via del coltello (illegale) che nascondeva, e segnalato alla Prefettura quale consumatore di sostanze stupefacenti.

E’ successo al quartiere della Pendolina, in Via Ragazzi del ‘99. Al 112 arriva la chiamata per una persona che si sente male, forse un malore dovuto al caldo, in un’auto parcheggiata all’esterno di un supermercato. Ambulanza e vigili del fuoco si presentano in loco, su quella macchina c’è anche una ragazza (forse è lei che ha chiesto aiuto).

Raptus di follia sotto il sole

Al momento di intervenire però, il 46enne in auto (che pareva stesse male) perde letteralmente la testa, e comincia ad inveire e aggredire i soccorritori arrivati sul posto. Lunghi attimi di paura, finché non vengono allertate le forze dell’ordine. In Via Ragazzi del ‘99 si precipitano due Volanti della Questura, che finalmente riescono a ristabilire la calma.

L’uomo viene immobilizzato e perquisito: in tasca, come detto, coltello e cocaina. Tutto sequestrato dagli agenti. Lui è stato poi accompagnato in Questura, identificato e denunciato. Non è chiaro il motivo della chiamata al 112, né se sia mai stato male davvero. Forse un litigio, la mente annebbiata dal caldo e dalla droga. Chissà.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

La Lombardia si avvicina alla zona arancione: c'è una data per sperare

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento