menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto d'archivio

Foto d'archivio

Salta in braccio al papà, un silos di 6 tonnellate li travolge: morto bimbo di 3 anni

Liberato e poi trasferito d'urgenza in ospedale, non ce l'ha fatta il piccolo Giovanni Veneri: travolto insieme al padre da 6 tonnellate di mangime

Un bimbo di soli 3 anni è morto schiacciato da oltre 6 tonnellate di mangime, a seguito del crollo improvviso del silos che lo conteneva: è successo domenica pomeriggio nel Mantovano, a Galvagnina, frazione di Pegognaga, nell'azienda agricola di famiglia. Sotto shock la mamma del bambino, e ancora grave in ospedale invece il padre, ricoverato a Parma in elicottero.

Travolti da 6 tonnellate di mangime

Sono le 17.30 circa quando mamma Laura e il piccolo Giovanni raggiungono il papà Simone Veneri, 32 anni, impegnato come sempre nei lavori in azienda. Il piccolo salta in braccio al babbo, e in quel momento si consuma la tragedia: neanche il tempo di rendersene conto che una profonda crepa nel silos ha fatto straripare tutto il mangime contenuto all'interno.

In tutto più di 6 tonnellate, 6000 chilogrammi di peso che hanno travolto padre e figlio. Il papà rimasto schiacciato alle gambe, senza riuscire a muoversi: il piccolo invece è stato sommerso dalla testa ai piedi. La madre, disperata, ha chiesto aiuto: in attesa dell'arrivo dei soccorsi i familiari hanno provato a rimuovere il silos e il mangime con un trattore. Senza successo.

Bimbo intrappolato: una corsa contro il tempo

In pochi minuti sono arrivati Vigili del Fuoco, ambulanze a automedica. I pompieri sono riusciti a liberare il padre, che è stato trasferito d'urgenza all'ospedale di Parma, con l'elisoccorso. Ancora più complicate le operazioni per liberare il bambino, appunto sommerso dal mangime. E' rimasto soffocato a lungo, troppo a lungo.

E' stato trasferito all'ospedale Poma di Mantova, in condizioni disperate. E purtroppo il suo cuoricino ha smesso di battere poco dopo il ricovero. L'area dell'azienda agricola interessata dal terribile incidente è stata posta sotto sequestro. Sull'accaduto indagano i carabinieri e i tecnici del lavoro di Ats.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

La Lombardia si avvicina alla zona arancione: c'è una data per sperare

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento