Cronaca Via Belleguardello

Montirone, le pecore sono «abusive»: lite in mezzo ai campi

Un centinaio di pecore, accompagnate da pastore e cane, si infilano in un campo di Montirone. Pochi minuti e arriva il proprietario, inviperito: "Questa è proprietà privata, voi qui non potete stare"

Saranno state almeno un centinaio le pecore che, affamate di buon gusto, si sono schierate quasi in fila indiana all’interno di un campo privato in Montirone. Il pastore, accompagnato dal fedele cane, che mordicchiava un filo d’erba, soddisfatto del suo giro mattutino.

Un po’ meno soddisfatto invece il proprietario del campo: inviperito, è corso dal pastore invasore con l’evidente intenzione di allontanare lui e i suoi animali. Mentre le pecore continuavano imperterrite a brucare il litigio si è fatto notare anche nei dintorni.

Sono stati infatti i vicini, seppur lontani, a fare un colpo di telefono ai Carabinieri di zona. Sul posto gli agenti, un pizzico allibiti, hanno segnalato la vicenda in caserma: sono ancora tutte da scoprire le possibili ripercussioni nei confronti del pastore.

“Qua con le tue pecore non ci puoi passare, questo è il mio campo”. La replica dell’uomo del gregge ha invece richiamato usanze lontane: “Dove c’è l’erba le pecore possono transitare”. Una dolceamara storia estiva, come fu ‘L’ultimo pastore’ di Marco Bonfanti: un po’ più in grande, là le pecore arrivarono fino al Duomo di Milano.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Montirone, le pecore sono «abusive»: lite in mezzo ai campi

BresciaToday è in caricamento