Cronaca

Brucia il tetto, abitazione distrutta: ex sindaco rimane senza casa

L'incendio in Via Castello a Paspardo nella notte tra domenica e lunedì: la "vittima" delle fiamme questa volta è l'abitazione dell'ex sindaco (e oggi assessore) Gaudenzio Salari

Foto d'archivio

Un altro incendio in Valcamonica, e ancora a Paspardo: questa volta la “vittima” delle fiamme è l'abitazione dell'ex sindaco (e oggi assessore) Gaudenzio Salari, costretto ad abbandonare la casa inagibile e a dormire dai parenti.

L'incendio è divampato nella notte tra domenica e lunedì: il tetto (in tutto circa 130 metri quadrati) è andato completamente distrutto. Ma anche gli spazi interni dell'abitazione sono rimasti danneggiati: per questo la casa è stata dichiarata inagibile.

Non facile domare il fuoco: sul posto, oltre ai Vigili del Fuoco, anche i volontari della Protezione Civile. Per spegnere le fiamme ci è voluta praticamente una notte intera. L'incendio è divampato in Via Castello, ma le fiamme erano visibili da tutto il paese, e anche l'odore si è fatto sentire parecchio.

Ancora si ragiona sull'origine delle fiamme: non si esclude un malfunzionamento della canna fumaria. Non è la prima volta, purtroppo, che a Paspardo una famiglia perde una casa per l'incendio: è successo di recente, circa un mese e mezzo fa.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Brucia il tetto, abitazione distrutta: ex sindaco rimane senza casa

BresciaToday è in caricamento