rotate-mobile
Cronaca Desenzano del Garda

Andare al lago costerà un po' di più: 635 nuovi parcheggi a pagamento

La decisione della Giunta comunale

Una passeggiata, un pomeriggio in spiaggia, lo shopping, un aperitivo: a Desenzano sarà molto più difficile trovare parcheggi liberi. Fa discutere il provvedimento dell'amministrazione comunale, che ha trasformato ben 635 vecchi stalli gratuiti in zone soggette a pagamento. La notizia è riportata sulle colonne del quotidiano Bresciaoggi in edicola stamane. 

La decisione ormai è stata presa, in questi giorni si stanno posizionando i nuovi parchimetri e i cittadini (o i turisti) stanno scoprendo - nelle loro tasche - la novità. Per la sosta in molti posti prima gratuiti, d'ora in poi si paghera. Quanto? 1,50 o 2 euro l'ora, oppure 12 euro per il giornaliero. Se per un'intera giornata in spiaggia, un turista può pensare di affrontare la spesa, chi è abituato a recarsi a "Dese" per le compere, per una colazione, o una passeggiata, si vedrà costretto a sborsare diversi euro. 

A far discutere è (anche) la posizione dei nuovi stalli a pagamento. Ad esempio in Villa Brunati, sede della biblioteca. Studenti e lettori dovranno d'ora in poi pagare la sosta, o parcheggiare altrove. Alcune delle altre zone interessate dalla novità sono il Vò, via Vittorio Veneto, viale Cavour, via Lario, via Michelangelo, al Green Residence, via Annibale di Francia e Villa Tassinara. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Andare al lago costerà un po' di più: 635 nuovi parcheggi a pagamento

BresciaToday è in caricamento