Cronaca

Il ricordo dell'instancabile dentista: morto in mezzo ai suoi ulivi

Lacrime a Sarnico e Paratico per la morte di Bruno Buelli, dentista di 73 anni rimasto schiacciato da un escavatore mentre stava lavorando in mezzo ai suoi ulivi. Volto noto sul Sebino anche come grande appassionato d'arte

Professionista stimato, conosciuto a Sarnico e a Paratico, si era fatto volere bene anche sulle colline della Liguria, dove da tempo amava passare ferie e vacanze. Ma proprio il suo piccolo angolo di paradiso si è trasformato nel teatro della tragedia che l'ha ucciso: morto sul colpo in mezzo ai suoi ulivi a Camporosso, schiacciato dall'escavatore che si è ribaltato lungo un argine, senza lasciargli scampo.

Si chiamava Bruno Buelli, aveva 73 anni. Abitava a Paratico, sul Sebino bresciano, aveva uno studio odontotecnico a Sarnico, sponda bergamasca. Dentista da una vita, il lavoro una passione: non aveva ancora smesso di esercitare la sua attività. Certo se la prendeva con comodità, come è giusto che fosse: con la moglie andava spesso nella sua 'depandance' ligure in provincia di Imperia.

Grande appassionato d'arte, è stato uno dei promotori del primo premio di pittura di Sarnico, negli anni '70. La salma è già rientrata in terra bresciana: martedì pomeriggio i funerali, a Paratico.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il ricordo dell'instancabile dentista: morto in mezzo ai suoi ulivi

BresciaToday è in caricamento