Giovedì, 29 Luglio 2021
Cronaca

Allarme esche killer in due Comuni: sono già tre i cani morti avvelenati

Strade e aree verdi cosparse di bocconi colmi di lumachicida. Succede a Paratico e Passirano. Tre animali sono già deceduti per avvelenamento

Foto d'archivio

Una piaga davvero senza fine. Nemmeno le limitazioni di movimento anti-coronavirus hanno fermato chi, meschinamente, cosparge strade e sentieri di bocconi avvelenati, spesso letali per cani, gatti e anche piccoli animali selvatici. Il nuovo allarme da ben due paesi: tre cani sono morti nelle ultime 48 ore, dopo aver ingerito esche killer disseminate nelle vie e nelle aree verdi dell’entroterra tra la Franciacorta e il Sebino.

A Passirano sono deceduti due cani e lunedì altri bocconi intrisi di lumachicida sono stati trovati lungo via Breda e sul sentiero che porta a Monterotondo. Le esche, oltre una decina, sono state recuperate dalla Polizia locale e consegnate all’Ats per le analisi. È infatti stata sporta una denuncia nei confronti di ignoti: chi ha seminato le polpette letali rischia davvero grosso. La legge prevede una condanna che va dai 18 mesi fino ai 3 anni di reclusione.

Emergenza anche Paratico dove, scrive Bresciaoggi, un cane è morto per avvelenamento. A nulla è servita la disperata corsa dal veterinario della proprietaria, che si era accorta che i bulbi oculari del suo animale erano improvvisamente diventati gialli. Il cane è spirato dopo una lenta agonia. Il lumachicida è un veleno pericolosissimo per gli animali domestici: letale se ingerito, ma anche il contatto con la pelle o la sola inalazione della sostanza tossica può avere conseguenze tragiche. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Allarme esche killer in due Comuni: sono già tre i cani morti avvelenati

BresciaToday è in caricamento