Cronaca Palazzolo sull'Oglio

Festa in villa, poi l'incubo: violentata ragazzina minorenne

Trascinata in un angolo e stuprata: l'incubo di una ragazzina

Una ragazzina ancora minorenne sarebbe stata abusata e violentata alla fine di giugno a un “pool party”, una festa in piscina organizzata in una villa di Palazzolo sull'Oglio. Lo scrive il Giornale di Brescia, che riferisce però dell'arresto già avvenuto nei confronti dell'accusato, un ragazzo di circa 20 anni residente a Capriolo. Sull'accaduto sono ancora in corso le indagini, condotte dai carabinieri e coordinate dalla Procura.

Trascinata in un angolo e stuprata

Ci sono ancora tanti punti da chiarire. In primis, capire se i due giovani già si conoscevano oppure se si sono visti la prima volta a quella festa, organizzata da un amico comune (a casa dei genitori, ovviamente ignari di quello che stava succedendo o che sarebbe successo). La ragazza, come detto, sarebbe stata trascinata in un angolo buio, poi abusata e stuprata: non si esclude che la giovane fosse ubriaca o avesse assunto sostanze stupefacenti (e quindi ancora più indifesa).

Arrestato per violenza sessuale su minori

Solo qualche giorno dopo, però, la minorenne avrebbe trovato il coraggio di denunciare l'accaduto, dopo averne parlato con le amiche. E così si sarebbe rivolta prima ai suoi genitori, e che a loro volta avrebbero poi segnalato la cosa ai carabinieri. Le indagini sono scattate immediatamente, e in pochi giorni si è arrivati a una prima conclusione. Con l'arresto del giovane sospettato, ora accusato di violenza sessuale su minori: è agli arresti domiciliari in attesa di sviluppi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Festa in villa, poi l'incubo: violentata ragazzina minorenne

BresciaToday è in caricamento