rotate-mobile
Giovedì, 30 Giugno 2022
Cronaca Palazzolo sull'Oglio

Madre e figlio presi a bastonate dal vicino: il ragazzo è molto grave

Rissa a bastonate sul pianerottolo del condominio

Mattinata di follia in un condominio Aler di Palazzolo sull'Oglio, nel quartiere De Gasperi: la lite tra residenti ha coinvolto un uomo di 62 anni, arrestato, e i vicini di casa, madre e figlio quest'ultimo di circa 20 anni. Tutti e tre – di origini marocchine – sono finiti in ospedale: solo il provvidenziale intervento dei carabinieri, allertati dagli altri condomini, ha evitato il peggio. Tutto intorno le tracce inequivocabili dell'accaduto: macchie di sangue ovunque.

Rissa a bastonate in condominio

La furia si è scatenata intorno alle 7.30. Il 62enne avrebbe atteso madre e figlio sul pianerottolo, armato di bastone: dopo una serie di colpi proibiti, il ragazzo sarebbe riuscito a spintonare l'aggressore portando la madre in salvo, in un'area di cantiere all'interno del condominio. E' qui che la rissa è proseguita: i tre si sarebbero colpiti anche utilizzando degli attrezzi da lavoro.

Come detto solo l'arrivo dei carabinieri ha interrotto la violenta zuffa. Ad avere la peggio il ragazzo di 20 anni: sarebbe stato colpito alla testa quando era già a terra. E' stato ricoverato al Papa Giovanni di Bergamo, trasferito in ospedale in elicottero: avrebbe riportato un grave trauma cranico con riserva di prognosi, ma fortunatamente non sarebbe in pericolo di vita.

Un arresto e due denunciati

In ospedale anche la madre, ricoverata al Civile con prognosi di 60 giorni, e l'aggressore, anche lui trasferito al Civile. Per il 62enne sono scattate le manette: è accusato di rissa aggravata e lesioni gravi. Denunciati anche gli altri due contendenti: madre e figlio sono indagati per rissa aggravata. I residenti riferiscono di screzi che sarebbero proseguiti per mesi. In tal senso proseguono le indagini dei carabinieri.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Madre e figlio presi a bastonate dal vicino: il ragazzo è molto grave

BresciaToday è in caricamento