menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il “bar dei gufi”? È già chiuso

All’indomani dell’inaugurazione, svoltasi tra eccezionali misure di sicurezza, i titolari hanno deciso di chiudere “per qualche settimana”.

Il clima di tensione scatenatosi attorno al primo “owl cafè” d’Italia ha portato i titolari, destinatari persino di minacce di morte, a prendere una clamorosa decisione: chiudere “per qualche settimana”. 

Dopo un tam-tam mediatico non indifferente, ieri, sabato 16 dicembre, il locale è stato inaugurato, senza problemi di ordine pubblico (una manifestazione di protesta di un comitato animalista si è svolta, senza problemi, all’esterno del bar) già però con un primo intoppo: l’assenza dei rapaci notturni all’interno del bar. Per evitare rischi agli animali, su consiglio delle forze dell’ordine i titolari hanno deciso di mettere sui trespoli dei pupazzi a forma di gufo piuttosto che i barbagianni Red e Sdentato, il gufo Hope e i due allocchi Will e Nesquik. 

Oggi, la novità, del tutto inaspettata: un messaggio sulla pagina Facebook del locale tramite il quale si informa della chiusura. Lo riportiamo, di seguito, in integrale.

«Salve a tutti!
Abbiamo ponderato molto su tutto ciò che ci è stato detto. Siamo entusiasti del sostegno ricevuto e abbiamo ascoltato le critiche, seppur frequentemente espresse in maniera aggressiva.
Premettiamo che con questo non stiamo assolutamente dando la nostra resa, ma, dopo attente riflessioni, abbiamo deciso di tenere chiuso l'Owl Cafe per qualche settimana.
Vogliamo far calmare le acque e tutelarci il più possibile sotto tutti i punti di vista, specialmente pensando alla sicurezza dei nostri rapaci.
L'Owl Cafe non chiude i battenti. Vogliamo portare avanti il nostro progetto e continueremo a combattere per poter informare come sempre abbiamo voluto fare.
Proseguiremo col nostro obiettivo: istruire sul fantastico mondo dei rapaci chiunque abbia la voglia di apprendere.
Continueremo ad aggiornarvi tramite la pagina e speriamo di riaprire al più presto.
Fate il tifo per noi e non dimenticateci!
».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Il falso mito dell'acqua e limone da bere (calda) la mattina

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento