Soldi e droga nel palazzo dello spaccio: maxi-retata dei carabinieri

Più di 30 militari con i cani antidroga in azione all'alba per smantellare la rete di spaccio del complesso residenziale La Filanda di Palazzolo sull'Oglio

Parte della merce e della droga sequestrata - (C) Bresciatoday.it

Blitz dei carabinieri nella cittadella dello spaccio di Palazzolo sull'Oglio: con il supporto delle unità cinofile e degli agenti della polizia locale, una trentina di militari ha fatto irruzione all'alba di sabato mattina nel complesso residenziale della Filanda, alla periferia del paese ma non lontano dalla caserma, proseguendo poi negli spazi dell'ex Molino Betti, un'area che comprende decine e decine di appartamenti realizzati solo a metà, e mai finiti.

Case vuote, a cui mancano finestre e serramenti, ma non per questo disabitate: d'estate e d'inverno in quel palazzo abbandonato ci vivono clochard ed emarginati, ma soprattutto è piazza di spaccio per numerosi pusher. Con il viavai di clienti, il sintomo evidente di un degrado difficile da contrastare. Ci hanno provato comunque i carabinieri, a margine di una lunga sessione d'indagine.

Qualcuno sarebbe riuscito a scappare, e di loro sono state trovate solo tracce. Ma è andata diversamente alla Filanda, da tempo considerata zona a rischio per la presenza di numerosi spacciatori. Ne sono stati arrestati due: cittadini marocchini di 43 e 45 anni, entrambi arrestati e associati al carcere di Brescia, a disposizione dell'autorità giudiziaria. Gli arresti sono stati convalidati lunedì, ai domiciliari in attesa del processo.

L'esito del blitz alla Filanda

Dall'alba di sabato e fino quasi a mezzogiorno in loco si sono presentati più di trenta militari, dalla stazione di Palazzolo e con il supporto dei colleghi della compagnia di Chiari. I carabinieri hanno effettuato diverse perquisizioni domiliciari simultanee, con l'ausilio delle unità cinofile antidroga, entrando in più edifici dove si sospettava fossero nascoste sostanze stupefacenti destinate allo spaccio.

Nel corso della mattinata sono stati recuperati quasi 80 grammi di cocaina purissima, un bilancino di precisione, materiale per il confezionamento delle dose e più di 1000 euro in contanti, tablet e telefoni cellulari (nella foto parte del materiale sequestrato). Nella circostanza sono stati anche individuati e arrestati i due marocchini citati poco fa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Palpeggia e molesta due ragazzine: pestato a sangue nel parcheggio

  • Incidente stradale a Dello: morto Alex Tanzini di 38 anni

  • In bicicletta sull'autostrada A4: muore sul colpo travolto da un'auto

  • Malore improvviso in casa, muore giovane mamma: "Non voglio crederci"

  • Ragazzo morto tra le braccia delle fidanzata: i risultati dell'autopsia

  • Il tragico destino di Sara, stroncata dalla malattia a soli 27 anni

Torna su
BresciaToday è in caricamento