rotate-mobile
Venerdì, 1 Luglio 2022
Cronaca Palazzolo sull'Oglio

Tuffo di notte insieme all'amico: padre di famiglia muore annegato

Il dramma in località Castrina

E' il dramma di una notte senza un filo d'aria, diventata improvvisamente buia come le tenebre: è il dramma di un 40enne di origini marocchine, sposato e padre di famiglia, trovato senza vita poco dopo le 22.30 a Palazzolo sull'Oglio, in località Castrina. Solo poco prima si era tuffato nel fiume, come già aveva fatto altre volte in passato: ma sarebbe stato trascinato via dalla corrente, che l'ha purtroppo restituito senza vita. Accertamenti sono in corso sulle cause della morte: la salma è ora a disposizione dell'autorità giudiziaria.

L'allarme lanciato da un amico

Aveva raggiunto il fiume Oglio in compagnia di un amico. Quest'ultimo, quando l'ha perso di vista in acqua, ha subito allertato i soccorsi: sul posto, oltre all'automedica e a un'ambulanza della Croce Rossa di Palazzolo, si sono precipitati i Vigili del Fuoco con il supporto del Nucleo sommozzatore di Treviglio. Non ci è voluto morto per ritrovare il corpo del 40enne.

I rilievi sono stati affidati ai carabinieri di Chiari. Come detto la salma è ora a disposizione del magistrato, che potrebbe richiedere ulteriori approfondimenti. Nato e cresciuto in Marocco, da tempo si era trasferito in Italia: lavorava e viveva a Palazzolo, faceva il muratore e il carpentiere. Lascia moglie e figli.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tuffo di notte insieme all'amico: padre di famiglia muore annegato

BresciaToday è in caricamento