rotate-mobile
Cronaca Via Milano / Viale Italia

Professore accusato dall'ex moglie di molestie sulla figlia di 6 anni, ma è innocente

La vicenda risale ormai a quattro anni fa: un professore di fisica era stato accusato di molestie sessuali nei confronti della figlia ancora piccola

Per il padre si era trattato solo di un gesto d'affetto, per la madre (e poi anche la nonna) invece erano vere e proprie molestie: ma il tribunale ha dato ragione al papà, un professore di fisica di 55 anni di origini polacche, finito a processo per le presunte molestie nei confronti della figlia, all'epoca una bambina di soli 6 anni. E' stato assolto con formula piena.

I fatti e le accuse

Lo scrive Bresciaoggi. I fatti risalgono al febbraio di quattro anni fa: il professore incontra la figlia al cinema del centro commerciale Frecciarossa, insieme a loro ci sono anche la madre (ormai ex moglie, e con rapporti ai ferri corti) e la nonna della bambina. Secondo l'accusa l'uomo avrebbe allungato le mani sulla piccola, fino a toccarle le gambe e a sfiorarle le parti intime.

La versione dell'uomo è diametralmente opposta: le avrebbe solo preso la mano, un gesto spontaneo d'affetto tra genitore e figlia. Circostanza che poi il tribunale ha confermato, appunto con l'assoluzione.

Famiglia e tribunale

Una lunga e strana storia giudiziaria, intrecciata con rapporti familiari da tempo irrimediabili in modo irreversibile. L'accusa aveva accusato il padre di “atteggiamenti morbosi”, la madre ancora prima del processo aveva chiesto che gli incontri con la figlia potessero avvenire solo in presenza di altre persone.

Nel passato del professore accusato anche un altro precedente ingombrante: in Polonia era stato accusato di molestie e abusi anche dalla sua prima figlia, che oggi ha 30 anni. Anche in quel caso lui aveva sempre negato, dichiarandosi innocente: anche in quel caso il tribunale aveva archiviato la vicenda.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Professore accusato dall'ex moglie di molestie sulla figlia di 6 anni, ma è innocente

BresciaToday è in caricamento