Prostituzione: rimozione forzata per gli automobilisti in sosta

Divieto permanente di sosta e di fermata a Ospitaletto nelle vie considerate più a rischio, dove non mancano mai le prostitute. Un'ordinanza del sindaco che prevede multe salate, e la rimozione del mezzo

Sesso a pagamento in auto, a Ospitaletto torna il “divieto di fermata”. Lo prevede un’apposita ordinanza firmata pochi giorni fa dal sindaco Giovanni Battista Sarnico, il primo efficace deterrente nei confronti dei numerosi clienti delle numerose prostitute.

Divieto permanente di sosta e di fermata, in tutte quelle strade giudicate a rischio, e che sono quotidianamente (o quasi) occupate dalle lucciole. In particolare, Via Padana Superiore e Via Circonvallazione, ma anche Via Primo Maggio e Via Padre Pio, Via Gramsci e Via Martiri della Libertà, fino a Via San Bernardo e Via Ghidoni.

Un lungo elenco di parcheggi a luci rosse ma che da qui alla fine dell’anno dovrebbero ridursi, proprio per gli effetti dell’ordinanza. Il primo tassello, spiega ancora il sindaco, di un più complesso “pacchetto” di misure di sicurezza, “per contrastare il degrado urbano, il disagio sociale e la criminalità”.

Per chi sarà ‘beccato’ fermo o in sosta nelle vie segnalate sono previste sanzioni salatissime, oltre che l’immediata rimozione del mezzo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La nuova star della dieta? Un nutrizionista bresciano: "Ecco il mio metodo"

  • Tutte le regioni zona gialla a dicembre, ma si va verso il divieto di spostamento

  • Tragedia in paese: giovane uomo si chiude in garage e si toglie la vita

  • Massimo Boldi: il negazionista Covid testimonial del nuovo spot di Regione Lombardia

  • Barista fa sesso con un imprenditore, resta incinta e perde il bimbo: "Dammi 60mila euro"

  • Maestra positiva al Covid: "Dolori allucinanti, anche alla testa. Ho temuto d'essere morta"

Torna su
BresciaToday è in caricamento